«Laudate et benedicite mi Signore, et rengratiatelo et serviatelo cum grande humilitate.»
(Cantico delle creature)
La Famiglia francescana, nella sua globalità, accoglie uomini e donne – frati e sacerdoti, suore e laici – che ispirano la propria vita e i propri ideali al progetto evangelico di San Francesco.

La Famiglia Francescana, il segno distintivo

Per San Francesco tutte le virtù evangeliche hanno come fondamento e come garanzia di autenticità il binomio povertà-umiltà conseguenza della liberazione esterna e interna che sperimenta colui che a tutto rinuncia per il regno dei cieli per vivere in «pura e santa semplicità», la vera letizia e la libertà di spirito. L'altro principio fondamentale della Regola di Francesco, cui si richiama tutta la Famiglia Francescana, è la Fraternità: Figli dell’unico “Padre nostro” che è nei cieli, tutti con la stessa dignità, gli stessi diritti e doveri; vivere insieme da uguali al servizio gli uni degli altri, fratelli e sorelle di tutte le creature. Sono queste virtù il segno distintivo dell'impegno a vivere, testimoniare ed annunciare il Vangelo della Famiglia Francescana che si articola in quattro macroaree tra loro fortemente interconnesse:

  • Vocazione
    Essere, nelle mani del Signore con la parola e l’esempio, via e strumento vocazionale.
  • Pastorale
    Ascoltare, accompagnare con le parole e le opere donne e uomini anche non credenti, popolo di Dio, nel tempo presente, nei luoghi abitati e nelle diverse situazioni esistenziali, per cercare insieme la via del Vangelo, scoprire e vivere la bellezza dell’incontro con Cristo.
  • Missione
    «Affinché testimoniate la sua voce con la parola e le opere e facciate conoscere a tutti che non c’è nessuno onnipotente eccetto Lui». Fioretti (FF 216)
  • Carità
    Realizzazione concreta di fraternità, vivificata dalla gioia dall’amore di e per Dio e i fratelli, che dall’interno della Comunità si estende al suo esterno, soprattutto verso gli emarginati e gli scartati.
E' inoltre comune alla Famiglia Francescana la Devozione a Maria, Madre di Cristo,
 soprattutto alla sua Immacolata Concezione per cui è riconosciuta loro Patrona.
Link alla scheda >>

La Famiglia Francescana, i membri

I tre ordini istituiti da Francesco:

  • Il primo ordine  dei "FRATI MINORI"

In seguito a ottocento anni di una storia molto complessa, al giorno d'oggi l'originario Ordo Minorum si divide in tre rami principali:

    • i Frati Minori Conventuali,
    • i Frati minori (originati dagli Osservanti e altre riforme, ma che comunque mantengono il sigillo dell'OFM),
    • i Frati Minori Cappuccini (detti un tempo Frati Minori della Vita Eremitica).
  • Il secondo ordine delle Monache Clarisse

fondato da Chiara d'Assisi, la quale ha redatto una Regola propria. È costituito da suore di clausura e attualmente è presente in tutto il mondo.

  • Il terzo Ordine.
    • T.O.R. Terzo Ordine Regolare, Comunità di Religiosi e Religiose
    • O.F.S. Ordine Francescano Secolare  Laici alla sequela di San Francesco
    • GI.FRA Gioventù Francescana

Nel corso dei secoli altri istituti di vita consacrata si sono costituiti traendo ispirazione e riferimento dalla regola e dalla vita di San Francesco dando vita a delle

Nuove Comunità 

di queste elenchiamo solo quelle operative oggi nel territorio dell'Arcidiocesi

  • Suore Francescane di San Luigi Gonzaga
  • Francescane Missionarie del Cuore Immacolato di Maria,
  • Francescane di S. Chiara,
  • Suore Cappuccine dell'Immacolata di Lourdes 
  • Suore Francescane Missionarie di Assisi,
  • Francescane del Signore,
  • Frati Minori rinnovati,
  • Francescane della Immacolata Concezione di Lipari,
  • Francescane del Vangelo,
  • Sorelle Minori di San Francesco
  • M.G.F. Movimento Giovanile Francescano di Sicilia
Le Confraternite

Partecipano alla vita della Famiglia Francescana le Confraternite fondate per custodire, animare e promuovere nel territorio il culto e le devozioni dei Santi Patroni delle singole comunità francescane. Nel territorio della Arcidiocesi di Palermo sono attive le Confraternite: della Purità o della Scopa, del Porto e del Riporto e del Trionfo di Maria Immacolata nella Basilica di San Francesco d'Assisi, di Gesù, Maria e Giuseppe  e del del Cuore Immacolato di Maria nella Chiesa  di S. Agnese, di San Benedetto da San Fratello nella Chiesa di S. Maria del Gesù, di Maria SS Immacolata nella Chiesa della Madonna Dayna, del Sacro Cuore di Gesù nella Chiesa del sacro Cuore di Gesù, dei Cavalieri della Madonna di Fatima nella  Chiesa della Resurrezione

Vi invitiamo a prendere visione della nota
di approfondimento sulla famiglia Francescana >>

La Famiglia Francescana, 8 secoli di vita nell'Arcidiocesi di Palermo

I Francescani sono arrivati in Sicilia ed a Palermo intorno al 1216 con San Francesco ancora vivente. Nel 1224 iniziarono la costruzione dell’attuale Basilica di San Francesco.
Si diffusero rapidamente malgrado le tensioni nel rapporto con la gerarchia ecclesiastica e il potere politico ed al loro interno, riproducendosi anche qui le differenziazioni tra i cosiddetti Conventuali e i Minori dell'Osservanza. Il ramo dei Minori Cappuccini, del primo ordine  dei Frati Minori, è stato presente nel territorio fin quasi subito dopo la sua fondazione nel 1538.

Nel corso dei secoli ed ancor oggi altri Istituti di Religiose e Religiosi espressione del terz'ordine francescano o comunque con carisma riferito alla vita e alla regola di San Francesco hanno scelto l'Arcidiocesi di Palermo per il loro impegno vocazionale e pastorale.

Nel cammino di fede del Popolo di Dio dell'Arcidiocesi, in obbedienza al Vescovo, con umiltà ed in povertà di mezzi, la famiglia francescana ha avuto ed ha un ruolo di grande rilevanza nella trasmissione della Fede, nella formazione cristiana delle coscienze, nel favorire l'incontro con il Signore nella liturgia, nella contemplazione e nella ricerca del Suo Volto nel volto del fratello, di cui prendersi cura specialmente se sofferente e comunque in difficoltà, nell'ascolto e nella educazione dei giovani. I conventi e i monasteri francescani, le loro chiese e le loro molteplici opere sono state e sono punto di riferimento per i tanti che in San Francesco hanno, pur con sensibilità diverse, modello di vita cristiana vissuta. Della loro storia diamo notizia nella scheda di Alessandra D'Acquisto:

 

La Famiglia francescana nell'Arcidiocesi di Palermo, approfondimenti storici >>

 

Itinerario di incontro con la Famiglia Francescana

nell’Arcidiocesi di Palermo

 

PACE E BENE!

La proposta di itinerario che segue è, come detto nella home page del sito, un invito a fare esperienza ed a condividere il cammino di fede del popolo di Dio nell'Arcidiocesi attraverso l'incontro con le Comunità e le visite dei luoghi di culto.

ORDINE FRANCESCANO FRATI MINORI CONVENTUALI - O.F.M. Conventuali

CURIA PROVINCIALE E CONVENTO Via del Parlamento, 32 90133 Palermo

Sede Operativa della Curia: “Centro Kolbe” 90044 Carini

Sito web: OFM CONV. SICILIA >>

Parrocchia di San Francesco D'Assisi

Il territorio parrocchiale si estende nel mandamento “tribunali” del vecchio Centro storico di Palermo. Oltre che riferimento per il territorio, la Parrocchia accoglie i tanti palermitani, che, vuoi per la devozione a San Francesco o della Immacolata Concezione, di cui in Basilica è custodito lo splendido simulacro argenteo che viene portato in processione l’8 dicembre per le vie della città, la scelgono quale parrocchia di elezione. Celebrazioni liturgiche, incontri di preghiera, di formazione spirituale ed iniziative a favore di chi è in difficoltà sono il fulcro dell’azione pastorale della Comunità che si arricchisce del contributo dell’O.F.S. (Ordine Francescano Secolare), dellM.G.F. (Movimento Giovanile Francescano), e delle Confraternite legate al culto della Immacolata. Pagina Fb e contatti >>

Basilica di San Francesco D'Assisi

La chiesa eletta a Basilica Minore di San Francesco D’Assisi da Papa Pio XI nel 1924 è stata costruita tra il 1255 ed il XIV secolo. Nel corso dei secoli ha subito interventi di modifica, ampliamenti e restauro, l’ultimo di questi della seconda metà del secolo scorso, necessario per riparare i gravi danni prodotti dai bombardamenti del 1943, ha restituito alla Chiesa le linee architettoniche della originaria costruzione medioevale. L’esterno in pietra a faccia vista è movimentato da un portale con decorazioni in pietra intagliata e da un rosone mutuato da quello della Chiesa di S. Agostino. L’interno è a tre navate. Lungo le navate laterali si susseguono le cappelle che conservano importanti opere d’arte del periodo rinascimentale (Laurana e i Gagini ed altri), del XVII e XVIII secolo (Pietro Novelli e Giacomo Serpotta ed altri), in alcune cappelle, tra cui quella del Senato, sono conservate le testimonianze degli apparati decorativi del periodo della controriforma nello stile del barocco fiorito palermitano . Un grande arco ogivale, da cui pende un Crocifisso dipinto su legno, introduce al presbiterio con l’altare centrale posto davanti al coro ligneo. Annesso alla Chiesa è il convento che si sviluppa introno a due chiostri.

Piazza San Francesco D'Assisi, 90133  Palermo - ▼ Google Maps >> - scheda per visita virtuale >>

PARROCCHIA SACRO CUORE DI GESÙ

Il territorio della parrocchia, dopo lo sviluppo della città verso monte della seconda metà del 12 secolo, si è ampliato e profondamente modificato e variegato nella sua composizione sociale ed economica. Alle case della vecchia borgata contadina in cui vivono famiglie molto spesso nel disagio economico si sono aggiunte i palazzi della composita borghesia impiegatizia e commerciale. Un territorio sfregiato dalla presenza della mafia che ha di fatto impedito un sviluppo sociale ed economico armonico per giustizia, legalità e solidarietà. La Parrocchia in questo contesto è un punto di riferimento non solo per la maturazione umana e cristiana con l'azione liturgica, la preghiera e la formazione evangelica (catechesi per i bambini, per i giovani, gli adulti e la lectio divina) ma anche per l'affermarsi di una coscienza civile basata sul rispetto, l'amore ed il senso della legalità e della giustizia: essere non solo voce di chi non ha voce ma esempio vivo di una Parola concretamente vissuta, coinvolgendo in questo le famiglie e soprattutto i giovani che con l'O.F.S. e l'M.G.F. sono i protagonisti delle iniziative di pastorale promosse dai frati.
Da decenni la Comunità è punto di riferimento per i membri del Rinnovamento dello Spirito che per il loro elevato numero, insieme ai frati, hanno dato vita alla Fondazione Gesù Liberatore che cura il grandioso Centro omonimo e da qualche anno degli “Artisti Cattolici” che domenicalmente animano la Messa dell’Artista.
Pagina FB e contatti >>

La Chiesa del Sacro Cuore di Gesù
La Chiesa è stata realizzata, per iniziativa di P. Girolamo Giardina tra il 1938 ed il 1945  negli anni del secondo conflitto mondiale. La facciata esterna è compresa tra due torri di cui quella di sinistra campanaria. Un portico con tre grandi arcate introduce all'interno strutturato in unica navata. Il tetto a botte è decorato con affreschi che ricordano miracoli realizzati dal Cuore di Gesù. L'affresco del soffitto del presbiterio raffigura la gloria di S, Francesco, in quello dell'abside sono raffigurati Maria e Giuseppe con la SS. Trinità. Finestre e finestroni sono decorati da vetrate colorate.

Il convento annesso alla chiesa è del 1933, nel corso degli anni è stato ampliato con la realizzazione di un'ala settentrionale e l'aggiunta dei locali di un Centro Sociale. E' stato utilizzato come collegio delle missioni estere e del seminario.
Via Noce, 126, 90135  Palermo - ▼ Google Maps >> - scheda per visita virtuale >>

CONVENTO S. MARIA DELLA DAYNA Marineo

Oggi la comunità dei Frati Minori Conventuali di Marineo, insieme ai laici formati che collaborano alle iniziative del Convento, intendono essere una presenza profetica nella Chiesa e sul territorio rispondendo all’appello di Papa Francesco a costituire comunità evangelizzate ed evangelizzatrici. I frati, pertanto, oltre ad esercitare il ministero pastorale ordinario nel Santuario annesso al Convento e nel territorio, particolarmente nell’esercizio del Sacramento della Riconciliazione, nella vicinanza pastorale ai malati e ai sofferenti, e nella collaborazione con la locale Parrocchia, offrono anche iniziative spirituali, quali ritiri, corsi di formazione, accoglienza e assistenza spirituale ai fedeli laici del territorio, ai pellegrini e ai gruppi parrocchiali e dei movimenti ecclesiali. (nota tratta dal sito findglocal.com)
Il Convento è oggi sede del Centro Regionale per la Pastorale Giovanile - MGF Sicilia.

Convento e Santuario di Santa Maria della Dayna
Situato in un punto panoramico di grandissima bellezza, il Convento è stato costruito intorno al 1570 ma i frati provenienti Francescani Conventuali Riformati vi si traferirono nel 1597. Soppresso l’Ordine dei Riformati il convento passò all’Ordine dei Minori Conventuali. Nel corso dei secoli ha subito diversi rimaneggiamenti, prima di arrivare all’attuale sviluppo lungo i quattro lati di un ampio cortile interno. La chiesa Santuario annessa è ad unica navata con due cappelle e due altari alle pareti laterali ornate con dipinti del 700’ di scuola. Nel presbiterio è custodito il venerato dipinto della Madonna del Daino. All’Interno sono custodite inoltre due pregevole sculture lignee che raffigurano, una, la Pietà e l’altra San Vito. Le linee architettoniche di tutto il complesso sono molto semplici ed improntate alla povertà francescana.

Via san Francesco, 90133  Marineo - Palermo - ▼ Google Maps >> scheda per visita virtuale >>

ORDINE FRANCESCANO FRATI MINORI - O.F.M. dell'Osservanza

CURIA PROVINCIALE E CONVENTO - Convento Terrasanta, Via Terrasanta, 79 - 90141 Palermo - tel 0916250136 - email: terrasanta@ofmsicilia.it
Sito Web: ofmsicilia.it >>audium” costruita nel 1952 è stat ceduta a privati.

Chiesa della Risurrezione di nostro Signore Gesù Cristo

La Chiesa della Risurrezione di nostro Signore Gesù Cristo è un luogo santo poiché è Terrasanta in cui incontrare “una comunità che celebra, prega, loda, benedice, ringrazia; dei frati disponibili all'ascolto, un clima di silenzio e di raccoglimento”.

Contatti e pagina FB >>

Il convento, oggi sede della Curia provinciale dell’Ordine e del Commissariato di Terrasanta, è strato costruito insieme alla chiesa nel 1935 su progetto del Padre Francescano Aurelio Marotta tra i giardini dell’antica Conca d’oro. Oggi è inglobata nell’abitato della città nuova al civico 79 della commerciale Via Sciuti. Sono stati intitolati alla Resurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo e la chiesa dedicata alla Madonna di Fatima, di cui dal 1947 è Santuario. La struttura della Chiesa è capanna con tetto a spioventi. Sia l’interno che l’esterno hanno una scarna decorazione. Le pareti esterne sono scandite da arcate rientrate, a tutto sesto, che si sviluppano per tutta l’altezza dell’edificio, al loro interno, all’altezza degli archi si aprono le finestre circolari che danno luce all’interno. L’ingresso alla Chiesa è nel prospetto lungo la via Sciuti, inserito in un’arcata più incassata rispetto alle altre e che al suo centro è decorata con la raffigurazione a mosaico del Cristo Risorto. Sul lato destro si sviluppa la torre campanaria. Le essenziali linee architettoniche dell’interno si offrono alla vista senza sottolineature decorative. Al centro della parete absidale che chiude il presbiterio, all'interno di una arcata sottolineata da una cornice in marmo, trovano posto il tabernacolo e sopra un dipinto in cui è raffigurato il Risorto.

Il convento ha due elevazioni e si sviluppa intorno ad un giardino.
La sala cinematografica parrocchiale “cine Gaudium” costruita nel 1952 è stata ceduta a privati.

(foto dalla pagina FB della Comunità)

Via Sciuti, 79 - 90131  Palermo - ▼ Google Maps >>

 

Parrocchia S. Antonio da Padova

La parrocchia opera in uno dei quartieri popolari di Palermo nelle immediate vicinanze della Stazione Centrale di Palermo, in una zona ad alta densità abitativa in cui agli inizi del XX secolo sono state costruite le abitazioni dei ferrovieri. Oltre ai gruppi di catechesi e liturgici vi sono operativi: I francescani secolari, un Gruppo territoriale di Base dell'Azione Cattolica, il gruppo Scouts AGESCI Palermo 2°. Particolare attenzione viene dedicata ai giovani e tra questi i giovani universitari cui è dedicato il gruppo "Beati si nasce" di ispirazione francescana. Attiva la Caritas che ha l’obiettivo di animare, promuovere la testimonianza comunitaria della carità, con particolare attenzione all’aspetto educativo soprattutto nei confronti dei bambini con attività di supporto e sostegno scolastico ed attività ludico ricreative.
sito web e contatti >> santantoninopalermo.it

La Chiesa Parrocchiale, Santuario di S. Antonino da Padova, con l'annesso convento, sono stati costruiti tra il 1630 ed il 1635, in quel tempo appena fuori delle mura della città. E' ad unica navata in cui si aprono le cappelle in cui sono poste sugli altari pregevoli opere d'arte.

Il Convento si sviluppa intorno a due chiostri. Fu trasformato in caserma nel '900. Oggi è adibito a sede universitaria. Vi si trova un reperto di archeologia industriale, un mulino in legno con il forno per il pane. Del Convento I frati mantengono una parte ridotta in cui sono ricavati anche i locali delle attività parrocchiali.

Corso Tukory, 2e - 90134  Palermo - ▼ Google Maps >> - scheda per visita virtuale >>

Parrocchia di San Giovanni Battista

Opera nella ridente e panoramica borgata adagiata sul poggio di Baida, ai piedi del Monte Cuccio. Punto di riferimento per la vita liturgica, la preghiera comunitaria e la formazione cristiana degli abitanti e dei villeggianti estivi, dedica particolare attenzione al prendersi cura dei giovani e dei bambini con attività ed iniziative formative e ricreative. Vi opera ed anima le celebrazioni liturgiche il "Coro Polifonico San Giovanni Battista".
sito web e contatti >> S. Giovanni Battista – Baida (PA) | (ofmsicilia.it)

La chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista ed il Convento, concessi ai Frati Minori nel 1576, sono siti nella piazza della Borgata. Dal portico della facciata si accede all'interno della chiesa ad unica navata, sulle cui pareti si aprono due ampi cappelloni per lato.  Di particolare interesse la statua di S. Giovanni Battista posta su una mensola prima dell'accesso al presbiterio, l'altare centrale in marmo di scuola gaginiana, gli affreschi del '400 sulle pareti dell'arco trionfale ed il coro ligneo nell'abside.
Il convento che gode di una incantevole posizione panoramica sul golfo di Palermo e che si sviluppa intorno al chiostro benedettino è oggi adibito quale casa di accoglienza.

Via Al Convento di Baida, 45, 90136 Palermo - ▼ Google Maps >> - scheda per visita virtuale >>

Parrocchia S. Maria di Gesù

Il territorio della Parrocchia si estende alle pendici del Monte Grifone alla periferia orientale della Città. Le cerimonie liturgiche, la preghiera e la formazione cristiana, a cui appartiene la pratica della "lectio divina", scandiscono la vita della Comunità che custodisce e diffonde il culto a San Benedetto il Moro, uno dei Santi Patroni di Palermo che qui visse e concluse i suoi giorni, e i cui resti mortali è possibile venerare nella chiesa Parrocchiale eletta a suo Santuario. Particolare cura è dedicata alla accoglienza ed alla cura dei pellegrini.

Pagina Fb e contatti >>

La chiesa Parrocchiale dedicata a Santa Maria del Gesù ed eletta a Santuario di San Benedetto il Moro è stata costruita nel 1426 dal Beato Benedetto Guimerà, già vescovo di Agrigento. Le facciate esterne, che si aprono nella piazza che domina il cimitero monumentale, sono state arricchite tra il XV ed il XVII secolo da bellissimi portali da cui si accede all'interno. L'interno è ad unica navata con all'inizio due cappelle accennate in cui sono custodite a destra il corpo di San Benedetto il Moro ed a sinistra quello del Beato Benedetto Guimerà. Reperti d'arte di pregevole valore testimoniano i diversi interventi subiti dalla struttura nel corso dei secoli.

Il Convento è stato costruito insieme alla Chiesa nel 1426. Oggi il Convento oltre ad ospitare i Frati è Museo dedicato a San Benedetto il Moro
I nobili palermitani amavano molto essere sepolti all'interno della Chiesa, quando lo spazio ebbe a concludersi diedero avvio alla costruzione delle loro sepolture nel territorio adiacente, dando così vita al Cimitero Monumentale di S. Maria del Gesù, curato dai Frati. Vi sono sepolti personalità di spicco nella vita politica, sociale ed economica della Città come Paolo Borsellino, i Florio, Mariano Stabile, ecc. Il Cimitero è anche meta di cultori dell'arte in special modo del liberty palermitano che nelle cappelle realizzate dal Basile, Dall'Almeyda e dal Palazzotto ha tra le più alte testimonianze.

 

Salita Belvedere 3, 90124  Palermo -  ▼ Google Maps >>  - scheda per visita virtuale >>

Parrocchia S. Antonio - Bagheria

La parrocchia opera nella zona periferica orientale del Comune di Bagheria, con una intensa attività liturgica, di promozione della preghiera, tra cui le ricorrenti "adorazioni eucaristiche", di formazione e approfondimento evangelico con le scuole di catechesi e gli appuntamenti della "lectio divina", di attenzione e cura di chi è nella difficoltà con la Caritas Parrocchiale, dei bambini e delle famiglie con attività aggregative e di animazione del territorio con la organizzazione di eventi che promuovono l'incontro con il Signore, la cultura e le relazioni sociali.

Pagina Fb e contatti >>

La chiesa parrocchiale dedicata a S. Antonio è della fine del 1700, cappella privata del Duca di Angiò, mentre il convento del secolo successivo. Durante la seconda metà del 1900 sia la chiesa che il convento furono ampliati e ristrutturati. Nell'abside della chiesa è posta una grandiosa pala di altare raffigurante il mistero dell'incarnazione, opera del '600, di cui non si conosce l'autore. A destra e a sinistra dell'abside vi sono in alto due coretti, utilizzati dalla famiglia angioina per assistere alle funzioni religiose. Nell'unica navata vi sono due altari laterali: uno dedicato a S. Antonio di Padova, l'altro al serafico Padre S. Francesco. Oggi il convento di Bagheria ospita l'infermeria per i frati ammalati della Provincia siciliana dei frati minori.

Salita Belvedere 3, 90124  Palermo - ▼ Google Maps >>

Chiesa e Convento di Santa Maria degli Angeli -  "Gancia" a Palermo

Il Convento e la Chiesa sono all’interno del Centro storico di Palermo, in quel quarto, quello dei tribunali, che i musulmani prima e la nobiltà delle varie dinastie che si sono succedute nel possesso di Palermo hanno eletto a loro zona residenziale e che dalla seconda metà del XX secolo si è trasformato in periferia esistenziale della città con gli edifici signorili abbandonati al degrado o, parcellizzati in angusti locali divisi da pareti di cartone, utilizzati per ospitare la povera gente. Ancor oggi, malgrado la grande opera di recupero e di restauro dei beni monumentali e culturali, i quartieri della Magione e della Kalsa, tra cui si trova il convento, sono tristemente famosi per il disagio economico e sociale che avvilisce molti di quanti vi abitano. In questo contesto e per tutta la Città la Comunità Francescana della Gancia è punto di riferimento per quanti chiedono di essere illuminati dalla Parola, rafforzati dalla e nella Fede, nutriti dai Sacramenti e cura, quella del buon samaritano, per uscire dal bisogno.
Le iniziative di pastorale di promozione umana della Comunità sono strutturate nella Associazione ONLUS intitolata al Beato Francescano Padre Gabriele Allegra. Essa opera nello spirito dell’esser fratelli tutti, in piena sintonia con Papa Francesco, da sola o in rete sinergica con altri Enti pubblici e privati ed Associazioni, prendendosi cura dei soggetti più vulnerabili della nostra società, implementando azioni che vanno dall’assistenza notturna su strada, al doposcuola per i ragazzi ospiti di case famiglia, all’accoglienza di giovani immigrati, alla prossimità ai bambini, ai disabili, agli immigrati, alla distribuzione viveri e vestiario, unitamente all’organizzazione di servizi mensa, alla ospitalità dei giovani studenti. L’associazione è anche impegnata nel sostegno a distanza e i progetti nelle terre di missione. Sito web e Contatti >>

Il Convento, con la annessa Chiesa, fu costruito, con inizio dei lavori nel 1490, quale Gancia del Convento di S. Maria del Gesù per ospitarvi i frati malati e quelli che venivano da fuori città. La decorazione delle facciate esterne che danno su cortile della Gancia e sulla Via Alloro è molto semplice, ravvivata solo dai due portali di ingresso. Nella facciata prospiciente la Via Alloro una lapide ricorda il “buco della salvezza” attraverso il quale due insorti dei moti antiborbonici del 1860 riuscirono a salvarsi. L’interno, molto ampio e maestoso, è finemente decorato a stucco. Lungo le pareti laterali si aprono otto cappelle per lato che custodiscono sculture e dipinti di grande pregio artistico, tra gli autori Antonello Gagini, Filippo Tancredi, Pietro Novelli, Antonio Grano, Guglielmo Borremans, lo Zoppo di Ganci, Vincenzo da Pavia, ecc. Nel transetto, ricostruito nel 1672 a causa del crollo per improvvidi lavoro di ampliamento della cripta, si aprono altre cappelle ed il presbiterio anche questi finemente decorati e ricchi di opere d’arte. Il convento, oggi per gran parte sede dell’Archivio di stato, si sviluppa attorno ad un cortile a cui si accede da un portico in cui sono a noi pervenuti gli affreschi della parete sinistra in cui è rappresentato l’albero Genealogico dei Frati Minori di Sicilia, e quello della volta, opera di Antonio Grano, che raffigura la Consegna della regola a S. Francesco

Cortile della Gancia, 6 90100 Palermo - ▼ Google Maps >> - scheda per visita virtuale >>

 

 

Chiesa e Convento della "Gancia" a Termini Imerese

La Chiesa ed il Convento della Gancia in Piazza san Francesco a Termini Imerese oltre che sede dei Frati Minori è centro operativo dell’Ordine Francescano Secolare. L’O.F.S. sotto la guida dei Frati è impegnato nel territorio per favorire l’incontro con Cristo nella liturgia, nella preghiera, nella formazione ed approfondimento della Parola, nelle iniziative di pastorale di attenzione e cura dei giovani (GIFRA), delle famiglie, degli anziani e degli ammalati, nella promozione della Cooperazione Missionaria (Ce.Mi. OFS). Alla sequela del Vangelo, secondo l’insegnamento di San Francesco, la Comunità dei Frati Minori e dell’O.F.S. è attenta ai bisogni di chi è nella difficoltà (Caritas) non solo con la concretezza degli interventi a tamponare l’emergenza, ma a ricercare e promuovere con il concorso di tutti interventi strutturali a che si realizzi la dignità della persona umana e tra questi l’affermarsi di una cultura del senso della cittadinanza attiva e responsabile e della ricerca del bene comune fondati sul rispetto e la cura del Creato (Giustizia, Pace e Salvaguardia del Creato)

Pagina FB OFS di Termini Imerese e contatti >>

Convento e chiesa: La prima presenza dei Frati Minori a Termini Imerese risale al 1256. Nel 1472 fu edificato un convento e una chiesa, fuori le mura della città, che furono ingrandite nel 1747. Nel 1903 i frati rientrarono in possesso dei luoghi dopo che erano loro stati tolti nel 1866. La chiesa è a navata unica, coperta da una volta a botte, con altari laterali inquadrati da archi su paraste. All’interno sono custodite opere d’arte di gran pregio tra cui un’altorilievo marmoreo con la Pietà, attribuito a Domenico Gagini (1480).

Piazza San Francesco d'Assisi, 1- 90018 Termini Imerese - ▼ Google Maps >> - scheda per visita virtuale >>

ORDINE FRANCESCANO FRATI MINORI CAPPUCCINI - O.F.M. Cappuccini

CURIA PROVINCIALE E CONVENTO - Piazza Cappuccini, 1 - 90129 Palermo - tel. 091.212633 - 091.21211 - email: palermo.curia.cappuccini@gmail.com
Sito Web: cappuccinipalermo.it >>

La Missione San Francesco

“Chiunque bussi alla nostra porta non può andare via senza mangiare", questa è la regola che anima i Frati cappuccini del Convento di Piazza Cappuccini e 70 volontari che li collaborano per offrire i servizi di mensa, doccia, vestiario, assistenza medica e sportello legale. Per info >>

PARROCCHIA S. MARIA DELLA PACE

Opera in un territorio in cui quella che era zona periferica agricola della città verso monte, con le misere case dei contadini e dei piccoli bottegai, molte delle quali ancora abitate da chi ha difficoltà a sbarcare il lunario,  è stata fagocitata  dal caotico sviluppo urbano della seconda metà del XX secolo, senza spazi di aggregazione e servizi per i cittadini.
In questo contesto la Parrocchia ed i Cappuccini sono da sempre alla Zisa un esempio di concreta testimonianza del Vangelo, di formazione cristiana e civile, promozione della dignità della persona ed un porto sicuro per chi si trova nella difficoltà.
Le attività liturgiche, catechetiche e formative (Lectio divina) della Parrocchia sono molto frequentate. Particolare attenzione e cura è prestata alla animazione liturgica con la collaborazione del "Gruppo Coro".
Nello spirito francescano di farsi prossimo a chi è nel bisogno il gruppo Caritas parrocchiale si affianca alla "Missione Francescana" per intervenire concretamente, con la distribuzione di alimenti, a risolvere nella concretezza le immediate emergenze di chi, sempre in maniera sempre più diffusa, sente i morsi della povertà economica.
Sito web e contatti: parrocchiasantamariadellapace.it

Tutte le iniziative parrocchiali hanno il sostegno dell'O.F.S. ed in questo della GI.FRA da cui è nato quel gruppo di giovani che hanno dato vita nel 1988 al Centro TAU con "l’obiettivo di migliorare la vita dei ragazzi del territorio Cipressi, Ingastone e Danisinni creando i presupposti per una “rinascita sociale” del territorio, prevenendo le forme di violenza e aggressività e al contempo diffondendo la cultura della legalità. Oggi la Parrocchia collabora con il Centro Tau, la Parrocchia di S. Agnese di Danisinni ed altre istituzioni Pubbliche e private il progetto "Comunità educante evoluta".

La chiesa Parrocchiale di S. Maria la Pace è stata costruita, con l'annesso vasto convento, nel 1623. La facciata esterna, nello stile francescano, si presenta molto semplice con delle scanalature a sottolineare gli elementi architettonici. All’interno la chiesa è a pianta basilicale con tre navate e senza transetto. Il tetto della navata centrale è a botte incrociate e le decorazioni sono limitate alla sottolineatura degli elementi architettonici. Gli altari delle cappelle che si aprono lungo le navate laterali sono inseriti in apparati scenografici lignei di pregevole fattura come nella Cappella dedicata a S. Bernardo da Corleone, il cui corpo è custodito in una urna su cui si ergono le sculture lignee del Santo in estasi ed  un crocifisso di scuola fiamminga. L'antisacrestia, la sacrestia ed il coro sono arricchiti da pregevoli opere d'arte.   Sotto e oltre la chiesa si estendono le cosiddette "catacombe dei cappuccini", un cimitero rettangolare sotterraneo realizzato tra il 1500 e il 1599, dove tra cadaveri imbalsamati esposti e sepolti vi sono circa 8000 corpi. Adiacente alla chiesa si sviluppa il Cimitero dei Cappuccini.

Piazza Cappuccini 1, 90129  Palermo - ▼ Google Maps >> - scheda per visita virtuale >>

PARROCCHIA S. AGNESE VERGINE E MARTIRE DI DANISINNI

In un contesto particolarmente segnato dalla fatica del vivere e dalla marginalità sociale, la Parrocchia voluta dal Cardinale Ruffini nel 1959, è “cuore pulsante. Uno spazio di accoglienza e di ascolto in cui il Mistero del cielo si china sulla terra, in cui l’avvio di processi di rigenerazione sociale ed urbana sia espressione della spiritualità della stessa parrocchia, della sensibilità all’ambiente e delle potenzialità di quanti vi abitano. I momenti cardini di tale movimento sono la Celebrazione eucaristica domenicale, l’Adorazione Eucaristica e la lectio evangelica. È così che l’azione liturgica trova il naturale prosieguo nel servizio agli ultimi realizzato con il pieno coinvolgimento degli abitanti del quartiere organizzati nei gruppi ecclesiali parrocchiali, di volontariato ed in Associazioni del terzo settore create per finalità specifiche e con la collaborazione in rete sistemica con Enti pubblici, Associazioni e gruppi informali privati.
Le molteplici attività ed iniziative della parrocchia trovano sintesi e segno  nella “fattoria Comunitaria di Danisinni” creata nello spazio adiacente la Chiesa, che si configura sempre più come spazio e tempo per occasioni di incontro, per tessere relazioni umane con l’intera Città e oltre nello spirito del Vangelo e delle encicliche di papa Francesco “Laudato si” e “Fratelli tutti”.

Tutte le iniziative della parrocchia sono guidati da una visione di bellezza che è propria della creatura ad immagine del Creatore.

sito web e contatti >> - La Comunità di Danisinni >>

La Chiesa ora dedicata a S. Agnese Vergine e Martire era prima dedicata alla Sacra Famiglia ed è stata costruita dalla Confraternita di Gesù Maria e Giuseppe. Molto semplice nelle sue linee architettoniche sia all'interno che all'esterno, che è ad unica navata. Di particolare interesse la cripta ipogea che fino al 1900 è stata utilizzata quale luogo di sepoltura dei Confrati nelle stesse modalità delle catacombe dei cappuccini.

Piazza Danisinni s.n., 90129  Palermo - ▼ Google Maps >> - scheda per visita virtuale >>

PARROCCHIA S. MARIA SALUTE DEGLI INFERMI

La parrocchia opera tra le corsie delle cliniche dell'Ospedale Civico di Palermo per pregare e dare speranza e conforto agli ammalati ed ai loro familiari con le celebrazioni liturgiche, i momenti dell'adorazione eucaristica e con il prendersi cura delle difficoltà fisiche e spirituali dell'umanità operante e sofferente all'interno della struttura ospedaliera.

CONVENTO di CACCAMO

Per raccontare dell’azione dei frati cappuccini del convento di Caccamo ci serviamo della descrizione ne fa in una sua poesia Sansone Salvatore dedicata al Convento.
Il convento è il luogo di chi in questo mondo ingrato mostra profondo sentimento, è posto di riflessione e di chi ama l’impegno operativo a favore di chi è nel bisogno, è posto di carità e di pietà per gli afflitti ed i poveri. In questo mondo senza umanità il convento è punto di riferimento per chi soprattutto è afflitto dal dolore e per chi cerca conforto nel Signore. Il convento è posto di protezione dai mali di una società che provocano disagio esistenziale. Il Convento è luogo di riflessione per il giusto che cerca calore nell’amore di Dio e conforto e consolazione per le fatiche del vivere in un mondo fatto di oppressione che causano disgusto. la Comunità dell’O.F.S. di Caccamo, inoltre promuove iniziative per  l’affermarsi di una cultura del senso della cittadinanza attiva e responsabile e della ricerca del bene comune fondati sul rispetto e la cura del Creato (Giustizia, Pace e Salvaguardia del Creato)
Pagina FB e contati >>

La chiesa attuale, costruita a lato di quella antica, fu dedicata come la prima al terziario francescano S. Rocco da Montpellier. Realizzata grazie al contributo economico del Duca Amato Folch de Cardona e del popolo caccamese, fu inaugurata dal guardiano P. Antonio da Caccamo e consacrata il 4 ottobre 1674. L’architettura della Chiesa rispecchia il modus aedificandi  tipico dei frati minori cappuccini: unica navata a botte rettangolare che termina con la zona del presbiterio in cui è situato l’altare maggiore. Lateralmente sono ubicate quattro cappelle dedicate rispettivamente alla Madonna di Lourdes, al SS. Crocifisso, a S. Rocco, e alla Sacra Famiglia. L’aula liturgica e il Convento sono ornati da pregevoli statue lignee e di alabastro e dai dipinti di fr. Domenico da Palermo, p. Fedele da San Biagio Platani e fr. Felice da Sambuca. La biblioteca conventuale, riorganizzata negli anni 1933-1934 da p. Gandolfo Picciuca da Polizzi Generosa, custodisce testi di contenuto religioso, giuridico, storico, filosofico, teologico, letterario, scientifico, agiografico e ascetico. Custodisce, inoltre, preziosi incunaboli in carattere gotico. (Tratto da DOMENICO CAMPISI, Il Convento e la Chiesa dei Frati Minori Cappuccini a Caccamo, ed. Provincia Religiosa dei Frati Minori Cappuccini di Palermo, 2018)

CONVENTO “MADONNA DELLA CATENA” Termini Imerese

E' centro operativo dell’Ordine Francescano Secolare che svolge una intensa attività per promuovere e favorire nel territorio l'incontro con il Signore attraverso l'azione liturgica assicurata dai frati Cappuccini, la preghiera, la formazione e l'approfondimento della Parola, la pastorale dei giovani (GIFRA), delle famiglie, degli anziani e degli ammalati, la promozione umana con una particolare attenzione e cura di chi è nella difficoltà attraverso la Caritas e la realizzazione di eventi di testimonianza evangelica e valorizzazione del territorio come il Presepe Vivente, che richiama ogni anno una sempre più crescente partecipazione  di persone che giungono da ogni parte della Sicilia e non solo, ed i solenni festeggiamenti della Madonna della Catena, a cui i termitani sono particolarmente devoti, con gli appuntamenti religiosi e di animazione del territorio come la cena comunitaria di borgata. Nella chiesa, rivisitata in stile baroccheggiante, è custodita la gaginesca statua della Madonna della Catena a cui si rivolgono i pescatori termitani sostando nello specchio di mare antistante prima di prendere il largo con i loro natanti.

SECONDO ORDINE FRANCESCANO - CLARISSE

Sito web: cappuccinipalermo.it >>

Clarisse Cappuccine del Monastero Sacra Famiglia

La Comunità del Monastero delle Clarisse Cappuccine è stata fondata sotto la Regola di Santa Chiara d’Assisi approvata da Papa Innocenzo IV, sul modello di quello fondato a Napoli dalla Beata Maria Lorenza Longo, nell’anno 1717.

Da allora ad oggi presente in città, la comunità è formata da suore di vita contemplativa, dedite alla preghiera, allo studio e che vivendo in clausura cercano di mantenere “viva la ricerca del volto di Dio e l’amore incondizionato a Cristo, il suo elemento specifico e caratteristico”. Le Suore partecipando alle celebrazioni liturgiche da una parte della Chiesa annessa al convento divisa dal resto dell’assemblea dei fedeli da una grata in ferro, sono un punto di riferimento per tutta la diocesi, per la città ed in particolare per il quartiere Capo.

Chiesa e Convento della Sacra famiglia

Il complesso è stato costruito tra il 1732 ed il 1750 nella via che grazie a loro venne intitolata “Cappuccinelle”, s u costruzioni preesistenti, nelle immediate vicinanze del complesso dell’antico e non più esistente Noviziato dei Gesuiti, in quella che allora era la periferia della città di Palermo e che attualmente è pieno centro storico, grazie alla eredità della Principessa Donna Isabella Lanza Ortolana e Donna Eleonora Barresi Branciforti, come lo testimoniano i due affreschi siti nel parlatorio . La decorazione della slanciata facciata è molto semplice, con delle lesene intagliate su pietra. Sopra il portale di ingresso vi è un gruppo scultoreo, a stucco, che riproduce la Sacra Famiglia con i Santi Gioacchino ed Anna, ai lati le statue di San Francesco e S. Chiara.

L’interno è ad unica navata. Lungo la a parete sinistra sono visibili la tela settecentesca in cui è raffigurata la morte di San Giuseppe ed un Crocifisso ligneo su un reliquiario. Nella parete absidale è la tela in cui è raffigurata la sacra Famiglia con i Santi Anna e Gioacchino attribuita a Vincenzo Bongiovanni e donata da Don Carlo Palminteri. Sulla destra vi è la statua lignea della Madonna del Pilar dell’artista Vincenzo Genovesi, il cui culto fu introdotto nel 1867. Sulla parete destra, ritornando verso l’ingresso della chiesa, si incontra una tela rappresentante il Perdono di Assisi, di seguito una tela attribuita in cui sono raffigurati quattro Santi Francescani. Infine, in fondo sulla destra vi è un
sarcofago contenente il corpo della Venerabile sr. Maria Maddalena del SS. Crocifisso (Carmela Alesci di Licata) religiosa di questo monastero morta in fama di santità. Sopra l’ingresso vi è il coro ligneo. Infine in un parlatorio è conservata la statua di Gesù Bambino di Vincenzo Genovesi che sotto l’abito fa ​ intravedere il suo cuore e all’interno del quale i devoti erano soliti mettere le proprie intenzioni di preghiera.

Via Cappuccinelle, 109, 90138 Palermo - ▼ Google Maps >>

TERZO ORDINE FRANCESCANO REGOLARE

Ministro Provinciale Via Calascibetta 24/A - 90133 PALERMO

Sito web: siciliator.it>>

Parrocchia S. Anna La Misericordia

La Parrocchia è stata istituita nel 1961 dal Cardinale Ernesto Ruffini nel territorio del mercato storico di Palermo dei Lattarini, al tempo degli arabi delle spezie "Suq el attarin" ed oggi di abbigliamento ed affini. Un territorio prima ricco di fiorenti attività commerciali e sede di splendidi palazzi nobiliari ed oggi in declino ed alla ricerca di una identità che consenta una rinascita economica e soprattutto sociale. La parrocchia è stata affidata da subito ai frati del Terzo Ordine Regolare dei Francescani del Convento di S. Anna e la loro chiesa istituita come Chiesa Parrocchiale. Qui i frati e tutta la comunità parrocchiale operano per promuovere la conversione delle menti e dei cuori al Dio Vivente con l’azione liturgica, la catechesi, la preghiera, la predicazione, gli incontri di discernimento e formazione cristiana e la misericordia, prendendosi cura di chi soprattutto è nel bisogno e nella sofferenza. Pagina gruppo FB >>

Chiesa di S. Anna la misericordia

La chiesa è stata costruita tra il 1606 ed il 1632. Nel corso dei secoli ha subito diversi interventi dovuti alla necessità di riparare i danni provocati da rovinosi terremoti. Il prospetto, che si apre sulla Piazza S. Anna, ha un andamento sinuoso ed è strutturato su due ordini. L'interno a croce latina ha tre navate. Delle decorazioni a fresco delle pareti e delle volte sono a noi pervenute solo quelle del transetto e del presbiterio. Nelle cappelle che si aprono lungo le pareti delle navate laterali sono custodite pregevoli opere d'arte del '600 ed '700 siciliano, tra queste un dipinto di Santa Rosalia di V. La Barbera del 1627, uno dei primi dopo essere stata dichiarata Santa Patrona della Città. Il convento, che sviluppa intorno al chiostro, oggi ospita per la sua quasi totalità la Galleria di Arte Moderna Siciliana.

Via Sant'Anna, 23, 90133 Palermo - ▼ Google Maps >> scheda per visita virtuale >>

 

TERZO ORDINE FRANCESCANO SECOLARE 

sito web: ofssicilia.it

GI.FRA GIOVENTU' FRANCESCANA

sito web:» gifrasicilia.it

I laici che si riconoscono nel Terzo Ordine Secolare Francescano sono presenti in Città ed in quasi tutte le comunità ecclesiali extraurbane. Alcune delle  "fraternità" in cui sono strutturati operano nelle parrocchie rette dai frati, le altre sono in collegamento con le comunità di frati e suore francescani ed agiscono nel territorio spesso in sinergia con le parrocchie di riferimento. Spendono il loro carisma, ispirato alla spiritualità francescana, nelle attività di animazione della liturgia, nella preghiera, nella catechesi, in iniziative di approfondimento nella formazione cristiana come la "scuola di formazione socio politica" e nel prendersi cura di quanti, fratelli, sono nelle difficoltà della vita.

Nuove Comunità

Altri istituti di vita consacrata che si sono costituiti traendo ispirazione e riferimento dalla regola e dalla vita di San Francesco ed attivi nell'Arcidiocesi di Palermo

SUORE FRANCESCANE DI SAN LUGI GONZAGA

Fondata in India alla metà dell' XIX secolo nel  1858 fu riconosciuta quale Istituto di Vita consacrata  di diritto diocesano con il nome di “Suore Francescane di San Luigi Gonzaga”. Dal 1886 è aggregata  al Terz’Ordine Francescano.
L'Attenzione dalle suore della Congregazione è rivolta a tutti gli emarginati e disagiati della società, in particolare ai poveri ed agli oppressi, alle donne abbandonate e ai bambini indifesi mostrando nei loro confronti un amore preferenziale e cercando di dare loro una pienezza di vita . sito web >>

Dal 2020 hanno aperto una Comunità a Castronovo di Sicilia nel convento e nella chiesa affidata loro dei cappuccini di Palermo. Affidati alla loro cura il Terz’ordine francescano, la casa di esercizi spirituali e ritiri "Oasi Fra Vitale" e l'animazione dei gruppi.
Convento dei Cappuccini di Castronovo di Sicilia - Via Cappuccini, 4, 90030 Castronovo di Sicilia PA - ▼ Google Maps >> - scheda in sito web  >>

FRANCESCANE MISSIONARIE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA

La congregazione delle Suore Francescane Missionarie del Cuore Immacolato di Maria, fondata nel 1859 dalla Beata Caterina Troiani, è stata riconosciuta come Istituto autonomo nel 1868 ed inserita nel cammino della Chiesa universale e delle singole Chiese locali con il carisma missionario di evangelizzazione che si esprime in azione educativa radicata nella Parola di Dio e nell'insegnamento della Chiesa. sito web >>

Le Suore Francescane del “Cuore Immacolato di Maria”, arrivano a Palermo nel 1906 e fin dal 1923 si stabiliscono in via Danisinni. Subito ben accolte ed inserite nel territorio, vi svolgono molteplici attività , prima tra tutte  l’istruzione dei bambini attraverso La Scuola Paritaria Infanzia e Primaria “Cuore Immacolato di Maria”, che ha come scopo primario la formazione umana e cristiana dei bambini intesa come sviluppo integrale della persona in tutte le sue componenti ed i suoi valori umani, sociali e religiosi ed in questo la maturazione del senso della cittadinanza attiva e responsabile secondo i paradigmi della ecologia integrale indicati da Papa Francesco. Le suore prestano servizio pastorale nella Parrocchia di S. Agnese ai Danisinni.

Attorno alle suore si raccolgono "gli amici di Madre Caterina", laici che vivono la loro vita secolare secondo il carisma della fondatrice dell'ordine.

Scuola “Cuore Immacolato di Maria" Via Danisinni 34,  90129 Palermo - ▼ Google Maps >> - Sito web  >>
Casa provinciale Via Cappuccini 101 90129 Palermo - ▼ Google Maps >>

FRANCESCANE DI SANTA CHIARA

La Congregazione, aggregata al Terzo Ordine Regolare di San Francesco, fu fondata dalla Venerabile Suor M. Teresa Cortimiglia nel 1903 a Corleone, ricevette la sua definitiva approvazione nel 1922 dall'Arcivescovo di Monreale, il Servo di Dio Mons. Augusto Antonio Intreccialagli. Intitolata a S. Chiara, alla vita contemplativa aggiunge l’impegno per l’istruzione e l’educazione della gioventù per attraverso questa migliorare le condizioni morali della società. Ulteriori notizie >>

A Palermo la congregazione ha costituito la scuola dell’infanzia paritaria ’istituto Suore Francescane di Santa Chiara” ed ha creato una casa di riposo per la cura degli anziani.

Le suore prestano servizio pastorale nella Parrocchia di Santa Caterina.

Istituto Suore Francescane Santa Chiara Via Casale Settimo, 6 - 90124 Palermo - ▼ Google Maps >> - Pagina Facebook >>

SUORE CAPPUCCINE DELLA IMMACOLATA DI LOURDES

La congregazione, fondata dalla palermitana Suor Carolina Concetta Angela  Santocanale, è eretta a Istituto di Diritto Diocesano nel 1923 e di Diritto Pontificio nel 1947.  Si ispira alla Regola dei fratelli e delle sorelle del Terz’Ordine di San Francesco, impegnandosi a vivere il Vangelo e promuovere la gloria di Dio e la santificazione delle suore mediante la pratica dei consigli evangelici di castità, povertà e obbedienza. Con l’esempio della fondatrice le Suore si sforzano di vivere l’amore evangelico ed a diffondere, da itineranti, la Parola mediante l’apostolato nel settore educativo e formativo dei ragazzi e dei giovani, specie quelli in situazione di disagio, nel settore infermieristico, catechetico, dell’evangelizzazione e dell’assistenza sociale ai malati e agli anziani con un’attenzione particolare ai più poveri. Sito web >>

Nel territorio dell’Arcidiocesi di Palermo la Congregazione svolge il suo apostolato presso:

  • ISTITUTO MARIA IMMACOLATA DI LOURDES che è  casa generalizia. Qui è operativa una Casa di riposo per gli anziani ed una Casa di accoglienza - Foresteria per Comitive Cattoliche e familiari dei ricoverati nelle vicine Case di Cura. Viale Reg. Siciliana, 1721 - 90135 - Palermo - ▼ Google Maps >>Pagina FB >>
  • Casa Divina Provvidenza nel paese di Lercara Friddi adibita a casa di riposo. Contrada Piano Giglio, Lercara Friddi, PA 90025 - ▼ Google Maps >>Pagina FB >>
  • Casa S. Anna per l’assistenza e l’accoglienza di bambini e donne, Via Felice Cavallotti, 78/64, 90018 Termini Imerese PA - ▼ Google Maps >>
  • Casa Protezione Infanzia eletta a Centro di pastorale giovanile. Contrada Caracoli, 1, 90018 Termini Imerese PA - ▼ Google Maps >>

SUORE FRANCESCANE MISSIONARIE DI ASSISI

Suore Francescane Missionarie di Assisi per stare alla presenza di Dio alla sua ricerca in ogni creatura ed in ogni avvenimento con la missione di andare ad annunciare e portare Cristo ai fratelli, scegliendo in modo preferenziale quei luoghi più abbandonati. Sito web >>

Nel territorio dell’Arcidiocesi hanno fondato e gestiscono la Casa di Riposo “M. Rosa Di Majo.

Casa di Riposo “M. Rosa Di Majo, Via Sferracavallo, 91- 90148 Palermo -  ▼ Google Maps >> - 091.530104

 

FRANCESCANE DEL SIGNORE

Il carisma, voluto dal fondatore Padre Angelico Lipani, è quello dell'apostolato dell'educazione, in favore, soprattutto, dei più bisognosi. Sito web >>Pagina FB >>

Per dare attuazione al loro carisma le Suore hanno dato istituito nel 1986 a Palermo la Scuola dell’infanzia Paritaria “Madre Annina Ragusa”, con lo scopo di “venire incontro alle esigenze alle famiglie che cercano nella scuola materna di ispirazione cristiana un sostegno alla loro azione educativa, è che al contempo riconosce alla famiglia e la primaria funzione educativa”. Oltre il programma curriculare i bambini e le famiglie vengono coinvolte in molte altre iniziative educative e formative anche nel periodo estivo.

Altro impegno delle Suore è il prendersi cura degli anziani con attenzione alla loro personalità, alle loro capacità, ai loro interessi, alla loro voglia di esserci. Attività che è strutturata nella confortevole Casa di riposo intitolata al fondatore “Padre Angelico Lipani”.

Scuola "Madre Annina Ragusa" e Casa di Riposo “Padre Angelico Lipani” - Viale Regione Siciliana, 3414 - 90145 Palermo - ▼ Google Maps >> - Sito web

 

 

FRANCESCANE DELLA IMMACOLATA CONCEZIONE DI LIPARI 

La Famiglia Religiosa, fondata nel 1905 dalla Serva di Dio Fiorenza Profilio (al secolo Giovanna), ottenne nel 1958 l’approvazione definitiva, con l’impegno ed il carisma ad essere, con lo sguardo rivolto a Cristo povero e crocifisso, unico Sposo e Sommo Bene, strumento di evangelizzazione, “Casa amorosa ed ospitale della fanciullezza abbandonata e di quanti non trovano sulla terra la pace cristiana” al servizio dei fratelli più piccoli e bisognosi. Sito web >>

A Palermo dal 1939 le Suore hanno fondato in città l’Istituto San Francesco d’Assisi Scuola dell'infanzia e primaria parificata in attuazione del pensiero della fondatrice, che vide nella scuola uno dei principali mezzi di evangelizzazione, di promozione umana e di diffusione del regno di dio ed all’interno della missione evangelizzatrice della chiesa, che indica nella scuola un “luogo privilegiato” per la formazione integrale, affiancando ed integrando così l’opera educatrice della famiglia. Le suore hanno  si prendono anche cura degli anziani che assistono nella casa di riposo creata all'interno dell'Istituto.

Inseriti nel tessuto della Chiesa locale le Suore prestano servizio pastorale nella Parrocchia di San Giovanni Cottolengo.

Istituto San Francesco d’Assisi - Viale Regione Siciliana, 4550 - 90145 Palermo - ▼ Google Maps >> - Sito web >>

 

FRATI MINORI RINNOVATI

I Frati Minori Rinnovati sono dal 1983 un Istituto religioso di diritto diocesano, Diocesi di Monreale, fondato - con speciale indulto della Santa Sede - da fra Tommaso di Gesù e altri cinque frati provenienti dall'Ordine cappuccino. L’istituto “impegnato sulla linea del rinnovamento indicato dal Concilio Vaticano II - è formato da uomini che hanno deciso di uscire dal mondo e osservare il santo Vangelo, vivendo in fraternità. Pellegrini, si incamminano in obbedienza, senza nulla di proprio e in castità, sulle orme di Gesù povero, umile e crocifisso, e della sua santissima Madre, assetati di contemplazione, in continua penitenza e sempre sottomessi ai Pastori della Chiesa cattolica. Considerandosi sempre gli ultimi e i servi di tutti, soprattutto dei più poveri, essi vogliono andare con perfetta letizia per il mondo a portare ovunque il Vangelo della pace. Sito web >>

Sono arrivati in Sicilia nel 1971 e si sono insediati nelle campagne ai piedi del Monte Cuccio lungo la Via Falconara, edificando qui il Convento e la Chiesa. In un mondo avvilito dalla esigenza dell'avere e dell'apparire  "la testimonianza di una vita di minorità, povertà e fraternità, in un clima di intensa preghiera e apostolato" ponendosi al servizio con umiltà e fraternità ha attratto e raccolto intorno ai Rinnovati della "Falconara" una sempre più numerosa comunità di fedeli, provenienti da tutta la città e tra questi tanti giovani che oggi danno vita ad un gruppo che può dirsi dei rinnovati secolari.

Chiesa e Convento Via Falconara, 80 - 90136 Palermo - ▼ Google Maps >>

 

SORELLE FRANCESCANE DEL VANGELO

Le prime sorelle, rispondendo alla chiamata del Signore «lascia la tua terra e va’», arrivano in Sicilia, a Palermo, il 23 dicembre 1973, presso i Frati Rinnovati della Falconara: si apre la prima fraternità al Borgo Vecchio. Le sorelle iniziano il loro cammino di Pia Unione nella Diocesi di Monreale; il 25 dicembre 1993 il Cardinale Salvatore Pappalardo erige la fraternità in Istituto di Vita Consacrata di diritto diocesano della Diocesi di Palermo. Ulteriori Notizie >>
“Secondo il carisma di S. Francesco, le sorelle al fervore contemplativo e ascetico uniscono una grande disponibilità apostolica. La missione specifica è quella di portare la Parola di Dio in uno stile di itineranza francescana, senza opere proprie di nessun genere. Caratteristica è l’evangelizzazione che svolgono nelle parrocchie in aiuto ai sacerdoti per raggiungere tutti, soprattutto i "lontani". L'itineranza francescana per le sorelle si esprime in particolare con le Missioni al popolo.”
Le sorelle prestano servizio pastorale nelle Parrocchie: S. Nicolò di Bari all’Albergheria, S. Nicolò da Tolentino, s. Antonino, Maria SS Assunta (Cattedrale) e Maria SS. Mediatrice.

Casa Generalizia Via Chiappara al Carmine,5 - 90134 Palermo - ▼ Google Maps >>

 

SORELLE MINORI DI SAN FRANCESCO

Sono una fraternità francescana di sorelle nata nel 1981 per seguire l'ideale francescano secondo lo stile di vita abbracciato dai Frati Minori Rinnovati. Il loro carisma si realizza nel vivere con semplicità il Santo Vangelo di nostro Signore Gesù Cristo, nello spirito di fraternità, nel non possesso, nella gioia della minorità, annunciando ai fratelli con la testimonianza della vita e con le parole, che Gesù Cristo è risorto dai morti e tutti i suoi figli insieme con Lui. Conseguentemente la loro attività specifica e carismatica all'interno della Chiesa è l'annuncio del Vangelo a tutti i livelli e in ogni luogo, in cui il Signore le invia incontrando persone e gruppi e nelle Comunità parrocchiali al servizio della Chiesa locale
Sito web >>

Nel 2007 alcune sorelle della comunità di Tusa, sede principale, si trasferiscono a Palermo, trovando accoglienza in un piccolo locale messo a disposizione da Radio Maria . Successivamente, nel 2009, si sono stabilite in una struttura, ospitate da benefattrici. Oggi questa struttura adibita a convento prende il nome di “Nostra Signora delle Grazie”  Via Bronte, 26 - 90135 Palermo - ▼ Google Maps >>

MOVIMENTO GIOVANILE FRANCESCANO DI SICILIA

L'MGF che “si propone di aiutare i singoli giovani a discernere quale sia il proprio posto nella Chiesa e quale contributo poter dare perché abbia sempre un volto giovane e splendente. Tutto ciò affinché ogni giovane, secondo la propria vocazione, sia “operaio” valido ed entusiasta nella vigna del Signore”. (dal sito mgfsicilia.org): ha la sede Regionale nel Convento di Santa Maria della Dayna dei Frati Francescani Minori Conventuali di Marineo.

Via san Francesco, 90133  Marineo - Palermo - ▼ Google Maps >> - Contatti e pagina Fb >>